• English
  • Italiano

Archivio Audiovisivo della Memoria Abruzzese

L'Archivio Audiovisivo della Memoria Abruzzese nasce nel 2004 all'interno del Dipartimento e della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo per recuperare e studiare nel lungo periodo i documenti audiovisivi appartenenti alle famiglie abruzzesi. Nel 2008 l’Archivio è diventato parte della Fondazione Università degli Studi di Teramo.

L'attività dell'archivio si concentra principalmente sulla raccolta di film familiari e amatoriali provenienti dalle famiglie abruzzesi, testimonianze sulla vita, sulla società e sul territorio in grado di arricchire la memoria collettiva della regione. L'Archivio è un punto di riferimento per il recupero, la conservazione e la restituzione alla "collettività" - oltre che a singoli studiosi e a ricercatori - di quei documenti che raccontano la storia dell'Abruzzo e degli abruzzesi da un punto di vista inusuale ma importante, quello delle famiglie.

Le attività dell'Archivio possono essere ricondotte a due tipologie di azioni:

  1. Raccolta e la selezione dei materiali. Raccolta dei film: le famiglie o i singoli proprietari di pellicole consegnano dei materiali in diversi formati (generalmente 8mm e super8 ,ma abbiamo ricevuto anche esemplari in formato diverso, fino a dei VHS su cui erano già stati riversati artigianalmente dei film poi dispersi) Esame e selezione delle pellicole Riversamento delle pellicole in formato digitale Restituzione alle famiglie che hanno aderito al progetto di una copia in DVD del loro materiale e le pellicole originali: in questo modo ogni famiglia ha la possibilità di rivedere quei film che da tempo erano abbandonati in qualche soffitta. Catalogazione delle pellicole che sono entrate a far parte del progetto.
  2. Studio dei materiali I "filmini" vengono studiati da diversi punti di vista (storico, antropologico...) e usati per la realizzazione di tesi di laurea, saggi e "video-saggi" scientifici, oltre che per prodotti divulgativi Attualmente, l'Archivio ha recuperato e digitalizzato circa 130 ore di materiale di provenienza amatoriale. Il patrimonio di immagini spazia su tematiche e auto-rappresentazioni diverse riguardanti le famiglie e il loro immaginario. Oltre ai tradizionali riti familiari (matrimoni, battesimi, prime comunioni), le immagini dei film di famiglia ci restituiscono un capitolo inedito della storia abruzzese