• English
  • Italiano

Fondo famiglia Toti

Frammenti della vita di una coppia

Anni '60 - '70

I film di famiglia di una coppia di intellettuali e artisti: il giornalista e poeta, più tardi regista e video artista, Gianni Toti (Roma, 1924-2007) e la pittrice Marinka Dallos, sua prima moglie. La maggior parte dei film a contenuto familiare, girati da entrambi i coniugi, è stata realizzata tra l’Ungheria, paese natale di Marinka, e Roma, loro città di residenza. In particolare le riprese in Ungheria si riferiscono ai viaggi organizzati dalla coppia in visita ai famigliari di Marinka Dallos a Lorinci, e a gite organizzate in altre località ungheresi. Molti di questi filmati vedono protagonisti Gianni Toti con il nipote di Marinka, Csaba. Si distingue poi un nucleo di pellicole di viaggi effettuati dalla coppia in vacanza in varie località: in Tunisia, a Bulla Regia, Tunisi, Kairouan, Gerba, Houmt Souk, in Spagna a Pamplona per la festività di San Firmino, a Barcellona, Siviglia e Granada, a Parigi, a Belfast durante la Parata degli Orangemen, a Padova, a Venezia, e a Roma e dintorni, ad Ostia Lido, Fregene, Nemi, al mercato di Porta Portese e all’aeroporto di Fiumicino. Un altro nucleo di film si riferisce ai sopralluoghi che Gianni Toti fece nel 1972 in Siria per il film E di Shaul e dei sicari sulle vie da Damasco e ai provini ad attori in una terrazza romana del fotografo Rolla. Altre pellicole sono state invece girate da Gianni Toti in veste di inviato speciale per la rivista «Vie Nuove»: girate il 1° maggio 1964 in Piazza della Rivoluzione a L’Avana (Cuba). Sei anni di indipendenza cubana celebrati con una grande parata con riprese della folla durante il discorso di Fidel Castro. Compare Che Guevara.
L’utente può esplorare il fondo filmico attraverso un’ampia selezione delle sequenze girate da Gianni Toti e Marinka Dallos. E’ possibile visionare i materiali filmici digitalizzati in ordine cronologico o tramite il menu. I brevi testi, inseriti nei titoli, nelle didascalie o sovrapposti alle immagini, introducono, contestualizzano e danno indicazioni precise sulle persone, sui luoghi e sulle situazioni. Le informazioni sono state raccolte attraverso un accurato lavoro di ricerca, documentazione e catalogazione. Il montaggio e l’edizione video sono stati realizzati con il software Klynt.

Scheda di approfondimento